close
Vigili del Fuoco. Rdb: situazione insostenibile!

Vigili del Fuoco. Rdb: situazione insostenibile!

CATANZARO. Mezzi indisponibli, carenza di personale, disorganizzazione nei vari reparti, centinaia di domande ferme, gestione del personale congelata. Ecco la condizione in cui versa il Comando regionale, a cui si aggiungono le emergenze delle sedi di servizio di Sellia e Lamezia Terme. Dura la denuncia dell'Unità di base durante l'assemblea di ieri mattina

La situazione del Comando è tragica – hanno più volte affermato i delegati sindacali, Iiritano e Cutruzzulà, nel corso dell’assemblea a cui hanno preso parte una cinquantina di vigili del fuoco -. Ieri, ad esempio, i mezzi disponibili erano solo 3, tutti gli altri o erano indisponibili o rotti”. Un’altro dipendente in divisa ricorda che 2 autobotti erano fuoriservizio e  personale sostituzione, zero. Ugualmente grave sembra essre la situazione dei vigili del fuoco all’aeroporto di Lamezia Terme dove, secondo alcune testimonianze, si lavora con pochi mezzi a disposizione, peraltro poco idonei al servizio. Mentre, presso la sede di servizio di Sellia marina non esiste più il servizio mensa per i lavoratori. Insomma, una situazione molto grave che fino ad ora non ha sucitato alcun tipo di provvedimento da parte del comandante, Felice Di Pardo, definito da molti pompieri che hanno preso parte alla riunione indetta dall’Rdb, “una figura immobile, invisibile”. 

In sostanza, non esiste alcun tipo di relazione con il nuovo dirigente che sembra essere in odore di trasferimento. Se valutiamo, inoltre, le riforme a i tagli al settore che il governo sta facendo, su scala nazionale, il quadro si fa veramente allarmante.  Iiritano ricorda inoltre che l’ultimo contratto di lavoro sottoscritto da Cgil, Cisl e Uil, “a cui abbiamo dovuto aderire”,  è stato chiuso in base all’inflazione programmatica del 3,2 per cento (del 2008), comportando aumenti irrisori rispetto alla costo reale della vita: circa 84 euro lordi, fino al 2014.

“In questa Finanziaria – fa osservare ancora il delegato – il ministro Tremonti ha previsto altri tagli per il ministero degli Interni. Ma la cosa più grave – sottolinea ancora il rappresentanate dell’Unità di Base – è che per il 2011 saranno tagliati il 50 per cento dei precari e nel 2014 entrerà in vigore la norma secondo cui le pensioni non potranno superare il 5o per cento dello stipendio”.

Per quanto riguarda la prevenzione, da sempre l’eccellenza del corpo, non sarà più un punto fermo: “l’autocertificazione ha praticamente aggirato l’ostacolo e le domande di prevenzione da parte dei privati o dei professionisti sono enormemente calate”. Anche la formazione dei vigili del fuoco “è praticamente finita e il sistema d passaggio di qualifica fa acqua da tutte le parti”.

A fronte di questi problemi, il 4 dicembre prossimo, giorno di Santa Barbara protrettrice del corpo dei vigili del fuoco, il Comando si prepara a festeggiare in pompa magna, a Reggio Calabria. A Catanzaro, invece, l’Unità di base non esclude forme di protesta.


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *