close
Luciano e le radici del reggae

Luciano e le radici del reggae

Per tutti gli amanti della reggae music, un evento imperdibile: “The Messeniah”! L'album “Rub-A-Dub Market”, prodotto in esclusiva dalla Irievibrations Records, è una dichiarazione forte e quindi va contro le rampanti produzioni digitali Dancehall / Hip Hop che portano alla perdita delle origini giamaicane

DOMENICA 31 LUGLIO PER TUTTI GLI AMANTI DELLA REGGAE MUSIC UN EVENTO IMPERDIBILE A CATANZARO LIDO!

CALABRIA REGGAE PROMOTION & KISSUSENTI
PRESENTANO
PER LA PRIMA VOLTA IN CALABRIA

CONCERTO DI LUCIANO & IRIEVIBRATIONS
Support IRIEPATHIE

Programma:

dalle 19 Dj set
22.00 Open act IRIEPATHIE (Ger)
a seguire LUCIANO & IRIEVIBRATIONS (JAM)
dall’1.00 DANCEHALL AFTER PARTY feat. WICKED A KISSUSENTI SICILY REBELLIOUS CATANZION

location
HEMINGWAY LIVE AREA/KASA MATTA
CATANZARO LIDO

FOOD & DRINK AREA

Prevendita: 13 €

DISPONIBILI AL:
KASA MATTA – Catanzaro Lido
PERCIVAL BEACH – Montepaone Lido (CZ)

info-line 328.2068935 – 320.8004958

Ingresso al botteghino: 15 €

Cosa dire sulle radici? Non le amiamo più?” Sono le domande a cui, “The Messeniah” aka Luciano cerca di rispondere e ci descrive il suo stato d’animo su questo problema nel suo album “Rub-A-Dub Market”.
L’album “Rub-A-Dub Market” prodotto in esclusiva dalla Irievibrations Records, è una dichiarazione forte sulle radici Reggae e quindi va contro le rampanti produzioni digitali Dancehall / Hip Hop che portano alla perdita delle radici Giamaicane nel business musicale.
Nei continui Riddims “hand made” registrati dal vivo, The Messenjah porta i suoi commoventi e toccanti messaggi.
Lo spettro musicale di “Rub-A-Dub Market” spazia dal Roots Reggae al Dub fino a toccare i Riddims Nyahbinghi. Anche rispetto ai confini musicali The Messenjah non conosce limiti e riesce ad unire i più diversi stili musicali nella sua maniera veramente molto speciale ed inimitabile.
“Io vengo fuori dalle radici e dalla cultura come cantante reggae è ho dimostrato a tutti che posso adattarmi a qualsiasi genere di musica” afferma Luciano.
“Io canto reggae, gospel e roots. Posso cantare perfino il rock, ma sempre portando il mio messaggio chiaro, spirituale e culturale. Non ci sono barriere nella musica. Nonostante io sia conosciuto come un cantante della cultura reggae, ho un messaggio internazionale. Così io non lo trasmetto soltanto al popolo reggae, ma lo estendo a persone di ogni ceto sociale”.
Il brano “Rub-A-Dub Market” è una delle affermazioni più importanti dell’album e ne è anche il titolo. La canzone è un appello razionale al Reggae / Dancehall business e agli obbiettivi del dominante stato delle cose con il veloce evolversi della produzione digitale. Proprio a causa di queste condizioni Luciano imposta con “Rub-A-Dub Market” un’istruzione sostenibile per la Roots Reggae Music.

LUCIANO’S HISTORY

Almeno dall’uscita di “Where There Is Life” (1995) Luciano è considerato uno dei più famosi artisti reggae. Luciano canta della sua forte relazione con Jah, con la natura e sull’elevazione sociale degli oppressi. Sempre, dall’inizio della sua carriera Luciano è sato fedele a questi principi e quindi non insegue nessuna mira temporanea di entrare nelle classifiche musicali. In confronto ad alcuni altri artisti considerati consapevoli, Luciano conserva ancora la volontà di diffondere il positivo messaggio insito nel suo soprannome “The Messenjah”.

La musica è stata una parte molto importante della vita di Luciano da quando era bambino. Nato come Jepther Washington McClymont il 20 Ottobre1964 a Davey Town in Giamaica , Luciano iniziò presto la sua grande e trionfante carriera. Nelle colline vicino a Mandeville Luciano fece le sue prime esperienze come cantante nel coro della locale Chiesa Avventista. Uno dei momenti più drammatici della vita di Luciano fu quando morì suo padre. Ereditò la sua prima chitarra fatta a mano da suo padre all’età di 11 anni. Questo fu anche l’inizio della profonda relazione tra The Messenjah e lo strumento musicale che aveva ereditato da suo padre, che dura tuttora.

Alla fine degli anni ’80 Luciano fece i suoi primi passi come artista reggae nei club giovanili locali e nelle Soundsystem dances. Da lì volse poi la testa verso la capitale della Giamaica, Kingston, per aumentare ed utilizzare il suo talento musicale. Di giorno lavorava come tappezziere per poter registrare di notte presso diversi studios musicali. Grazie alla sua potente ed inimitabile voce, The Messenjah veniva spesso paragonato al cantante d’opera conosciuto in tutto il mondo “Luciano Pavarotti”. Per di più il suo nomignolo “Luci” stava per “portatore di luce” e il The Messenjah fece in modo che brillasse come uno dei più caldi e luminosi fuochi nel music business della Giamaica.
In 1993 Luciano ebbe un grande successo nel mondo e diede una forte scossa alla sua carriera arrivando in cima alle classifiche musicali con la sua cover del Cheryl Lyn’s RnB hit “Shake It Up”. Il brano venne creato in collaborazione con Freddie McGregor e la sua etichetta Big Ship. Quando cessò la collaborazione tra i due, Luciano trovò un produttore alternativo in Philip “Fatis” Burell della Xterminator Records.
Questa collaborazione diede prova di essere molto efficiente e Fatis divenne manager e mentore di brani molto preziosi e della sua imminente trionfante carriera musicale. Successi come “Where There Is Life”, “It’s Me Again”, “Your World and Mine” e “Lord Give Me Strenght” seguiti dalla Island Records con Fatis come produttore della One Drop Riddims.
La collaborazione Luciano e Fatis produsse numerosi brani straordinari, come “The Messenger” (1997) e “Sweep Over My Soul” (1999) ma dopo una lunghissima relazione decisero di separarsi a causa di alcuni screzi interni. In ogni caso Luciano apprezzò molto la collaborazione con Fatis fino a quel giorno.
Nel 2002 Luciano ottenne una nomination al Grammy Awards con il suo album “A New Day” (VP Records). Fece in modo di essere tra i 5 migliori album reggae del 2002 ma si dovette arrendere di fronte al giovane rampante Damian Marley con il suo album “Half Way Tree”. Luciano ancora sogna di diventare uno dei vincitori del Reggae Grammy e di avere una nuova chance con il nuovo album “Rub-A-Dub Market”.


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *