close
Ai Ferri Corti, Hardcore Punk da Catanzaro

Ai Ferri Corti, Hardcore Punk da Catanzaro

Fuori ora la demo composta da cinque brani. “I suoni, le emozioni e le parole di questo disco sono frutto del nostro sudore e della nostra perseveranza, della forza che abbiamo avuto nel continuare verso la nostra strada fregandocene degli standard, dei falsi amici, della nostra Terra ostile e difficile”.

 

Continuiamo a credere che il Punk Hardcore sia ancora oggi una minaccia nonchè una forma di espressione del rifiuto e del dissenso nei confronti di un sistema che cerca con ogni mezzo di omologarci e chiuderci in gabbia.. Da ciò l’esigenza dell’autoproduzione di musica e pensieri, intesa non solo come un modo di combattere e di opporsi alle logiche del profitto, ma anche come progressivo liberarsi dalla mercificazione e massificazione di vari aspetti della nostra esistenza. Questi cinque brani parlano delle catene che portiamo attorno al collo, catene che ci opprimono e che ci rendono spettatori inermi davanti alla nostra vita che fugge via, consumata da soldi, lavoro, illusioni e vita regolare. “E’ venuta l’ora di rompere con questo noi, riflesso dell’unica comunità attuale, quella dell’autorità e della merce. Una parte di questa società ha tutto l’interesse che l’ordine continui a regnare, l’altra che tutto crolli al più presto. Decidere da che parte stare è il primo passo. Ma ovunque sono i rassegnati, vera base dell’accordo fra le parti, i miglioratori dell’esistente e i suoi falsi critici. Ovunque, anche nella nostra vita, che è l’autentico luogo della guerra sociale, nei nostri desideri, nella nostra risolutezza come nelle nostre piccole, quotidiane sottomissioni.. Con tutto questo occorre venire ai ferri corti, per arrivare finalmente ai ferri corti con la vita”.    (cit. Alfredo M. Bonanno -Ai ferri corti con l’esistente, i suoi difensori e i suoi falsi critici-)

BIOGRAFIA:

Gli Ai Ferri Corti nascono nell’estate 2010 quasi come conseguenza allo scioglimento dei Punk Virus; nel Settembre dello stesso anno il gruppo esordisce con un concerto a Napoli per poi chiudersi in sala prove, a lavoro sui pezzi nuovi, fino a Dicembre. Il giorno di capodanno suonano nel Catanzarese, assieme ad Atestabassa, Rushdown e Minus Tree, presentando i nuovi pezzi di chiara matrice hardcore. Dopo giusto qualche giorno Gigi lascia il gruppo lasciandolo orfano di un bassista. Senza approfondite ricerche il suo posto sarà preso da Frad, bassista dei Fake Fail nonché grande amico, che oltre a rafforzare la componente hardcore, porta influenze alternative principalmente di stampo reggae. Dal Febbraio 2011 il gruppo inizia a suonare solo ed esclusivamente in sala prove, per adattarsi alla nuova formazione e per preparare i pezzi che andranno a finire nelle prime registrazioni. Nell’Agosto 2011 gli AFC entrano in studio al “Soundfarm” di Gianluca Molè per dar vita alla prima demo di 5 pezzi. Dopo le registrazioni il gruppo è obbligato ad una pausa in quanto il batterista parte per qualche mese; nonostante ciò vengono organizzati un altro paio di concerti e si inizia a lavorare per l’uscita della demo che fra diversi scazzi, casini, errori e sbattimenti  vede la luce nel giugno 2012, quasi un anno dopo. Nel frattempo il gruppo ha lavorato a pezzi nuovi che verranno presentati durante i live assieme ai pezzi contenuti nella demo.

Gli Ai Ferri Corti sono:

Simone (Batteria/Voce)

Frad (Basso/Voce)

Mario (Chitarra/Voce)

Ex Membri:

Gigi (Basso)

CONTATTI: mariucciopunkvirus@hotmail.it 

 


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *